Varietà di felci: 20 diversi tipi di piante di felci per interni ed esterni con immagini

 Varietà di felci: 20 diversi tipi di piante di felci per interni ed esterni con immagini

Timothy Walker

Nessuna pianta potrà mai dire "sottobosco lussureggiante" come le felci: le associamo a foreste pluviali selvagge, a fogliame dall'aspetto tropicale, al sottobosco di boschi di querce e larici e persino a foreste arcaiche, dove i dinosauri si aggiravano liberi.

Cespugliose o snelle ed eleganti, le felci verde scuro o grigio-argento assumono molte forme con foglie (dette fronde) talvolta molto diverse tra loro.

Da un tipo all'altro, le foglie esotiche delle felci si distinguono per la forma, le dimensioni o il colore delle fronde: alcune sono arricciate, altre a forma di piuma o addirittura lisce, senza fronzoli.

Con oltre 10.500 specie diverse di felci conosciute, ci saranno sicuramente una o più felci che staranno benissimo nei giardini di casa, negli uffici, nel patio e persino nei salotti.

Ecco un elenco di 20 splendide varietà di felci da coltivare in casa o all'aperto, con immagini e consigli utili per aiutarvi a identificare le diverse specie di felci e a dedicare loro le cure necessarie.

Che cos'è una felce?

Le felci sono una classe di piante che si riproducono tramite spore, non fiori o semi. Sebbene i botanici siano ancora in disaccordo sulla classificazione di queste piante, la maggior parte concorda sul fatto che appartengono alla famiglia delle felci. Petridofite divisione.

Tuttavia, giardinieri, centri di giardinaggio e rivenditori chiamano "felci" anche piante che non lo sono tecnicamente, come la felce asparago ( Asparago etiopico ), che ha fiori e non produce spore.

Quindi, in termini di giardinaggio, definire una felce ha più a che fare con l'aspetto, la forma, l'aspetto e la presenza di una pianta che con il suo effettivo gruppo scientifico.

Tuttavia, molti abeti provengono da regioni tropicali e, come sapete, le piante tropicali hanno spesso un aspetto originale ed esotico.

Detto questo, molti provengono anche da regioni temperate e sono molto adatti all'esterno se gli inverni sono rigidi.

Felci e giardinaggio

Le felci sono apprezzate soprattutto per il loro fogliame; molte sono sempreverdi, il che le rende eccellenti per mantenere un po' di fogliame verde quando le altre foglie cadono, soprattutto in inverno. Sono spesso utilizzate per "riempire" gli spazi nelle bordure, nelle aiuole e nel sottobosco degli stessi alberi.

In effetti, molte di esse si adattano molto bene all'ombra sfumata, persino all'ombra completa, e costituiscono un ottimo sfondo per i fiori.

Inoltre, portano sempre con sé quell'idea di fertilità, di luogo ricco di acqua, protetto dal mondo esterno, incontaminato.

Vedete, se guardate una felce, pensate subito che ci sia una sorgente d'acqua da qualche parte nelle vicinanze.

Ecco perché le felci nei giardini danno sempre quel senso di "privacy" e di "intimità", di essere in un luogo tranquillo e riparato, dove si è al sicuro. Naturalmente, non possono mancare in qualsiasi giardino esotico.

Tuttavia, in interni, le felci sono spesso utilizzate per dare un tocco di "permanenza esotica". Poiché sembrano immutabili, spesso verdi e rigogliose tutto l'anno, una felce sulla scrivania o accanto al divano tenderà a dare un senso di pace, eguagliato solo dalle qualità scultoree della felce stessa che avete scelto.

Se avete l'impressione che tutte le felci abbiano lo stesso aspetto, ripensateci: guardate questo elenco di piante sorprendenti e scoprirete che sono di tutti i colori, le forme e le dimensioni delle foglie...

20 diversi tipi di felci per i vostri spazi interni ed esterni

Come potete vedere, gli usi decorativi delle felci in casa e all'aperto sono molteplici. Il loro nome avrà stuzzicato la vostra fantasia... ora aspettate di vedere come sono fatte e vi verrà voglia di prenderne una, proprio quella ideale, da coltivare in giardino o a casa vostra!

Quindi, senza ulteriori indugi, vi presentiamo 20 meravigliosi tipi di felci che potete coltivare in casa come piante da appartamento o all'aperto nel vostro giardino:

1. Felce grigia' Lady Fern ( Athyrium Niponicum 'Grey Ghost' )

A riprova del fatto che le felci sono molto varie, che ne dite di una bianca argentata? Questa cultivar si chiama 'Grey Ghost' perché la tonalità delle foglie è semplicemente surreale.

Sembra una pianta della Luna, non della Terra, e in effetti ha una grande qualità lunare.

Tuttavia, la nervatura centrale aumenta l'effetto visivo delle foglie da brivido, essendo in realtà di colore viola rossastro. Non c'è da stupirsi che abbia vinto l'Award of Garden Merit della Royal Horticultural Society.

La forma delle foglie non è insolita come quella di altre specie di felci, essendo bio innata e simile a quella della maggior parte delle felci violino (che è comunque fantastica), ma la sua originalissima tonalità la rende una presenza molto eterea in qualsiasi giardino.

Questa specie di felce è assolutamente perfetta per i giardini moderni, anche minimalisti, dove può addirittura occupare il centro della scena, ma anche come tocco di originalità nei giardini più tradizionali, dove è possibile utilizzare questa felce anche come sottobosco per rose e arbusti.

  • Esposizione: ombra parziale e ombra totale.
  • Altezza: Da 2 a 3 piedi (da 60 a 90 cm)
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 4 a 9.
  • Esigenze del suolo: Il terreno deve essere argilloso, limoso o sabbioso, neutro o acido e deve essere ben drenato e mantenuto umido. Tollera i terreni argillosi e quelli umidi.

2. Felce dalla lingua di Hart ( Asplenium scolipendrium )

Se l'aspetto esotico del fogliame è quello che cercate, potete averlo anche nelle zone temperate con la straordinaria varietà di felce lingua di cervo.

Le foglie, infatti, sono di un verde chiaro brillante, molto lucide e dall'aspetto esotico; formano una bella rosetta con le loro foglie arcuate, che non sono divise o sfrangiate, ma sembrano piccoli schiocchi o lingue.

Quando si formano le spore, la parte inferiore delle foglie di questa felce diventa brunastra, il che aumenta il suo valore decorativo.

Conferisce un'atmosfera tropicale a qualsiasi terrazza o patio, dove può essere facilmente coltivata in contenitori, ma anche in aiuole e bordure e, se avete voglia di un grande e rigoglioso "prato paleolitico", questa felce da esterno può essere utilizzata anche come copertura del terreno.

Nonostante l'aspetto esotico, è resistente al freddo e anche questa varietà ha vinto l'Award of Garden Merit della Royal Horticultural Society.

  • Esposizione: ombra parziale o piena.
  • Altezza: Da 1 a 2 piedi (da 30 a 60 cm).
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 5 a 9.
  • Esigenze del suolo: si adatta alla maggior parte dei terreni, a patto di mantenerli umidi e ben drenati: cresce infatti in terreni alcalini o neutri (non acidi), siano essi argillosi, gessosi o sabbiosi.

3. Felce maculata ( Platycerium spp. )

Il nome di questa felce dice tutto: le sue fronde assomigliano a corna di cervo e si sradicano da un punto centrale, rendendo questa varietà di felce perfetta per cesti appesi e contenitori simili.

Si tratta naturalmente di una felce tropicale, dall'aspetto incredibilmente appariscente, perfetta come centrotavola per un patio, una terrazza o come pianta da interno.

Le sue fronde ricadenti, che a qualcuno sembrano alghe, lucide e di un verde brillante, possono sollevare qualsiasi luogo con la loro imperdibile presenza.

Cresce naturalmente sui tronchi degli alberi, è un'epifita; ciò significa che assorbe sia l'umidità che le sostanze nutritive direttamente dall'aria e, per questo motivo, è possibile inserirla anche in una piccola fessura o in un foro su un albero o su un palo di legno decorativo. Flotsam è eccellente per le composizioni con felci staghorn.

In alternativa, si può usare in composizioni con altre piante tropicali, o comunque molto scultoree, come banani, palme, bromelie, anthurium ecc. E se volete un giardino roccioso dal sapore esotico, una felce staghorn non sarà da meno.

  • Esposizione: Se la coltivate in casa, datele molta luce, ma non la luce diretta del sole, altrimenti le foglie si bruciano. Anche all'aperto evitate la luce diretta del sole, soprattutto a mezzogiorno. Un posto in luce filtrata o addirittura all'ombra andrà bene per questa pianta.
  • Altezza: cresce fino a circa 3 piedi, ovvero 90 cm.
  • Difficoltà di adattamento: La staghorn è resistente nelle zone USDA 8 e superiori.
  • Esigenze del suolo: in realtà non ha bisogno di terreno, essendo un'epifita. Si può montare direttamente su un albero o un tronco, usando una colla naturale o delle cinghie sciolte per fissarla. Se la si vuole mettere in vaso, usare un buon substrato di crescita inerte, come corteccia di legno o pellet di argilla espansa.

4. Capelvenere del Delta ( Adiantum raddianum )

Dalla vistosità esotica della felce staghorn alla trama filigranata di una piccola, ma affascinante ed elegante felce: il capelvenere delta.

Questa varietà di felce piuttosto piccola produrrà un'abbondanza di fronde con steli nero-violacei e le foglie, a forma di delta (l'indizio era nel nome), creeranno un meraviglioso effetto di luce soffusa e fogliame ricco.

Questa bellezza delicata ma intrigante è ideale sia per un look esotico che per un look rustico o temperato, a seconda delle piante con cui la si coltiva.

Con i fiori tropicali, può essere usato per dare uno sfondo che sembra un pizzo verde e naturale, mentre con le piante meno architettoniche, dà un senso di fogliame lussureggiante e di sottobosco insolito.

In alternativa, potete coltivarla in vasi e cesti appesi, dove darà un tocco di allegria a librerie, scrivanie e tavoli. Se la coltivate in casa, però, tenetela al riparo dalle correnti d'aria.

  • Esposizione: Sole parziale o ombra piena all'aperto; in casa tenetela al riparo dalla luce diretta.
  • Altezza: crescerà tra i 15 e i 24 pollici o tra i 45 e i 60 cm.
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA 10 e 11.
  • Esigenze del suolo: dovrà crescere in terreni fertili, sempre umidi e ben drenati, sia alcalini che neutri.

5. Gallina e gallina Fern ( Asplenium bulbiferun )

Ecco una varietà di felce con un fogliame completamente diverso; le fronde, di colore verde chiaro e divise in molte parti sottili, quasi aghi, si arcuano in modo molto elegante e possono ricordare un po' i rami dei pini.

Questo tipo di felce vi darà un effetto completamente diverso dalle altre che abbiamo visto finora.

La sua natura piumosa la rende ideale come sottobosco decorativo, o per accompagnare piante da fiore in aiuole e bordure, ma anche come presenza leggera ma ricca in patii, terrazze e interni, in vasi o cesti appesi.

  • Esposizione: ombra parziale.
  • Altezza: cresce fino a raggiungere un'altezza compresa tra i 3 e i 4 piedi, ovvero tra i 90 e i 120 cm.
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 9 a 11.
  • Esigenze del suolo: si adatta a quasi tutti i terreni ben drenati e umidi: terriccio, gesso, argilla e terreni sabbiosi, alcalini, neutri o acidi.

6. Felce canguro ( Microrosum diversifoliun )

Non ho detto che le felci hanno forme e aspetti diversi? Ecco un'altra prova: la felce canguro ha foglie molto lucide di una tonalità di verde molto intenso, che le conferiscono un aspetto molto esotico, e sono divise in circa 14-22 parti larghe e appuntite, simili a lingue, che fanno sembrare le fronde davvero molto rigogliose.

Si tratta di una felce che si adatta a qualsiasi ambiente esotico e tropicale, sia all'interno che all'esterno. Nel vostro giardino, starà bene accanto a piante audaci e appariscenti, nelle bordure o sotto le piante tropicali più grandi.

Ma anche in vaso su un terrazzo o un patio garantirà quel telaio che associamo agli esploratori del Congo o della Papua Nuova Guinea, anche se questa felce proviene dall'Australia.

In interni, naturalmente, la sua grande presenza scultorea lo ha reso uno dei preferiti in uffici, hotel e salotti eleganti.

  • Esposizione: In casa è necessario tenerla lontana dalla luce diretta del sole, anche se la tollera meglio di altre felci, mentre all'aperto va tenuta in piena ombra.
  • Altezza: crescerà fino a circa un metro di altezza, cioè 30 cm, ma circa due o tre metri di larghezza, cioè tra i 60 e i 90 cm.
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 9 a 11.
  • Esigenze del suolo: ama i terreni ben drenati e acidi, non è esigente riguardo al tipo di terreno, al terriccio e potrebbe vivere anche in un terreno neutro.

7. Felce del nido d'uccello ( Asplenium nidum )

Imparentata con la felce lingua di cervo, la felce nido d'uccello ha un'altra cosa in comune con "sua sorella": entrambe hanno vinto l'Award of Garden Merit della Royal Horticultural Society per la loro eccezionale bellezza.

Ha fronde a forma di lingua, dall'aspetto robusto e lucido, con una nervatura centrale scura e che si arricciano nella parte superiore.

Hanno margini ondulati, che aggiungono un movimento dinamico all'aspetto delle fronde. Inoltre, tendono a crescere in posizione eretta, piuttosto che ad arco, e, poiché crescono tutte da un punto comune al centro, l'insieme assomiglia a un nido.

Anche questa pianta, originaria dell'Australia, è un'epifita, quindi crescerà bene in piccoli contenitori, cesti appesi, sugli alberi e nelle fessure di un giardino roccioso, dove sarà una presenza dall'aspetto molto esotico.

Tuttavia, è possibile coltivarla anche in vasi normali per gli spazi interni o, se all'aperto, in aiuole e bordure dove si desidera aggiungere un tocco tropicale.

  • Esposizione: In ambienti interni, tenetela al riparo dalla luce diretta.
  • Altezza: all'aperto raggiunge i 4 o 5 piedi (120-150 cm), mentre all'interno si mantiene tra 1 e 2 piedi (30-60 cm).
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA a 11-12.
  • Esigenze del suolo: ha bisogno di un terreno argilloso o sabbioso, ben drenato e mantenuto umido, con un pH acido o neutro.

8. Felce dipinta ( Athyrium niponicum var. pictum 'Burgundy Lace' )

Abbiamo già incontrato la felce signora, che stupisce per il suo fogliame grigio argento; ebbene, la felce signora dipinta è una parente stretta, ma le fronde di questa varietà di felce sono di una tonalità viola bordeaux molto suggestiva.

Ma l'effetto non finisce qui... Man mano che maturano, le fronde diventano verde argento, creando un contrasto impressionante tra il fogliame più basso e vecchio e i germogli più giovani e bordeaux.

Questa specie di felce sembra in realtà una decorazione natalizia naturale, e se si gioca con l'eccezionale effetto cromatico di questa pianta, accostandola ad altre tonalità di verde, bianco sporco o viola, si possono creare bordure sorprendenti.

Cresce bene anche vicino agli stagni, dove può portare la sua insolita tavolozza di colori e, sarete felici di sapere, che è una delle poche piante che si possono coltivare sotto le rose e altri arbusti.

Grazie a tutte queste qualità, si adatta a qualsiasi tipo di giardino, sia esso un giardino di ghiaia, informale o tradizionale.

  • Esposizione: ombra parziale o piena.
  • Altezza: cresce fino a 1 o 2 piedi di altezza (30-60 cm).
  • Difficoltà di adattamento: Questa felce è resistente nelle zone USDA da 5 a 8.
  • Esigenze del suolo: ha bisogno di un terreno acido o neutro, ben drenato e mantenuto umido: argilla, terriccio o sabbia vanno bene per questa felce.

9. Felce dell'Aquila ( Pteridium aquilinum )

Questa felce dall'aspetto classico, con fronde lunghe e verde scuro, di forma triangolare e divise, è una varietà meno conosciuta dai giardinieri, ma utilizzata per l'alimentazione nell'Asia orientale, ed è un'ottima pianta a foglia caduca da coltivare sotto gli alberi, vicino ai cespugli e, in generale, se si desidera una sensazione di fresco sottobosco nel giardino.

È una pianta facile da coltivare grazie ai suoi rizomi sotterranei, che la rendono facile da piantare e propagare.

Si tratta di una pianta di grandi dimensioni, adatta quindi ad ampi spazi aperti, piuttosto che ad aiuole e bordure basse.

Sebbene abbia fatto parte della dieta di alcune popolazioni, questa pianta presenta seri rischi per la salute (è cancerogena e priva di vitamina B1), quindi non mangiatela.

  • Esposizione: Sole pieno e ombra parziale.
  • Altezza: di solito raggiunge i 4 piedi di altezza (120 cm), ma in alcuni casi può superare anche i 2 metri!
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 4 a 7.
  • Esigenze del suolo: si adatta a terriccio, argilla e sabbia, preferendo un terreno fortemente acido, anche se si adatta bene anche a un terreno neutro, da mantenere umido e ben drenato.

10. Felce coccodrillo ( Microsorun musifolium 'Crocodyllus' )

Vi presentiamo un tipo di felce dall'aspetto stupefacente, esotico e suggestivo che non passerà inosservato ai vostri ospiti: la felce coccodrillo, che prende il nome dall'aspetto delle sue fronde, che ricordano la pelle triste di un coccodrillo.

Le fronde hanno un aspetto carnoso, di colore verde chiaro e con un disegno di macchie in rilievo circondate da scanalature poco profonde che, come abbiamo detto, le fanno assomigliare alla pelle lucida e brillante di un rettile verde.

Questo la rende ideale come pianta d'appartamento, ma anche in un giardino caldo, come parte di un'aiuola o di un giardino roccioso.

Essendo un'epifita, si troverà a suo agio anche sui tronchi e nelle fessure delle pareti, insieme a bromelie e altre piante tropicali.

  • Esposizione: non sopporta la luce diretta in casa, preferendo un luogo con luce abbondante ma indiretta. All'esterno, si adatta bene all'ombra leggera e parziale.
  • Altezza: da 2 a 5 piedi (da 60 a 150 cm).
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 10 a 11, a volte anche 9 se la si ripara e la si protegge in inverno.
  • Esigenze del suolo: Il muschio di torba (o simile) e la perlite saranno un terreno di coltura perfetto per questa pianta. Il pH può essere neutro o alcalino.

11. Holly Fern ( Cyrtomium falcatum )

Con fronde di colore verde intenso, di natura molto lucida e consistenza cerosa, divise in segmenti lanceolati, questa felce ha le qualità per sentirsi a proprio agio in ambienti di legno sia tropicali che temperati, sia all'esterno che all'interno.

Questo la rende una felce molto eclettica, che si può utilizzare nelle aiuole, nel sottobosco o nelle bordure per aggiungere un fogliame rigoglioso e architettonico, sia che si voglia dare al giardino un aspetto tropicale o un aspetto rustico.

In realtà, si adatterebbe anche a un look nordico, aggiungendo però quel tocco di audacia che si ottiene con le piante esotiche.

Essendo sempreverde, fornisce un fogliame verde anche durante i mesi invernali.

  • Esposizione: preferisce l'ombra piena, ma può crescere anche in ombra parziale.
  • Altezza: 2 piedi o 60 cm.
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 6 a 10.
  • Esigenze del suolo: ha bisogno di un terreno ben drenato e ricco di materia organica. Cresce bene sia in terriccio che in argilla, a patto di aggiungere un buon drenaggio e molta materia organica. Il pH può essere da acido a neutro.

12. Felce asparago ( Asparago etiopico )

Tecnicamente non è una felce per i botanici, Adparagus aethiopicus è usato come un rammendo dai giardinieri e venduto come tale nei garden center.

Perché? Beh, fiorisce, ma i fiori sono piccoli, non ha le guglie, ma è sembra una felce. Quindi, se siete disposti a tradire la scienza per il look da traghetto di questa pianta, eccovi accontentati...

Ha lunghi rami con foglie aghiformi in formazione pennata (bipennata, per l'esattezza), che le conferiscono un aspetto molto leggero ma suggestivo.

I rami si inarcano, come molte fronde di felce, rendendola una buona pianta da coltivare in cesti appesi, dove la si trova spesso.

All'interno, è ottima per dare un look minimalista o moderno al vostro ufficio o spazio abitativo; all'esterno, sta benissimo tra le rocce di un giardino roccioso, dove vi darà quell'atmosfera mediterranea che tutti amiamo, o con altre piante come sfondo in aiuole o bordure.

  • Esposizione: tollerano il pieno peccato, ma possono crescere anche in ombra parziale o addirittura in piena ombra, il che le rende molto adattabili a molti angoli del giardino.
  • Altezza: Da 1 a 3 piedi (da 30 a 90 cm).
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA a, da 9 a 11. Con una protezione in inverno, resiste anche nella zona 8.
  • Esigenze del suolo: ha bisogno di un terreno ben drenato, ricco di materia organica e preferisce un pH leggermente acido o neutro.

13. Felce gigante ( Dryopteris goldieana )

Ecco un tipo di felce da esterno che sarà meravigliosa nei luoghi boscosi, nelle bordure, nelle aiuole e come sfondo ad altre piante, fiorite o meno: la felce gigante del legno.

Sebbene sia chiamata gigante, non è poi così grande: raggiunge i 4 piedi (120 cm) di altezza, ma una più consistente estensione di 6 piedi (180 cm).

Originaria del Nord America, questa pianta presenta fronde divise che nascono da una rosetta centrale e con segmenti grandi e compositi.

Questo conferisce al fogliame di questa felce un colorito molto ricco e ricco di texture. Il loro colore è un verde pastello chiaro con un tocco di giallo.

La felce gigante è molto resistente, ma è una pianta a foglia caduca, quindi non si può godere dell'inverno, ma sta benissimo nelle bordure e nelle aiuole e aggiunge consistenza e una dimensione architettonica ai prati selvatici.

  • Esposizione: da ombra parziale a ombra.
  • Altezza: Da 3 a 4 piedi (da 90 a 120 cm).
  • Difficoltà di adattamento: è molto resistente, infatti si adatta bene alle zone USDA da 3 a 8.
  • Esigenze del suolo: il terreno deve essere umido e ben drenato, acido o neutro. Per il resto, si adatta alla maggior parte dei terreni, argillosi, gessosi e sabbiosi.

14. Felce capelvenere settentrionale ( Adiantum pedatum )

Parente della felce capelvenere delta, Adiantum pedatum ha bellissimi steli sottili e neri che reggono fronde che si dividono in lame, che assomigliano un po' alle ali degli insetti nella forma, attaccate agli steli per la loro parte più grande.

Sono di colore verde pisello, molto lucide e brillanti, per un meraviglioso effetto di luce e ombra in giardino o in contenitori.

Le fronde non si inarcano né crescono erette, ma si sviluppano orizzontalmente da una rosetta centrale.

Anche questo aspetto rende questa felce molto attraente e particolare, tanto da risultare splendida nelle fessure dei muri, nei giardini rocciosi, ma anche nei cesti appesi.

  • Esposizione: ombra parziale o piena.
  • Altezza: tra 1 e 3 piedi di altezza (30-90 cm).
  • Difficoltà di adattamento: è una pianta resistente al freddo, che vive nelle zone USDA da 3 a 8.
  • Esigenze del suolo: si adatta a tutti i tipi di terreno, purché ben drenati e umidi; terreni argillosi, gessosi e sabbiosi, acidi, neutri o alcalini.

15. Dormicchia capelvenere ( Asplenium trichomanes )

Questa piccola ma splendida pianta ha steli duri e neri con segmenti di fronde che crescono su entrambi i lati e distanziati tra loro, di forma arrotondata, che assomigliano un po' a una scala di fata...

Il fogliame è lucido, verde chiaro e arcuato, per cui sta benissimo anche nei cesti appesi, sui muri e nei vasi.

Questa piccola ma adorabile felce può essere coltivata anche in aiuole e bordure, o persino sotto rose e arbusti.

  • Esposizione: ombra parziale o piena.
  • Altezza: è un'altezza ridotta di 5-6 pollici (12-15 cm).
  • Difficoltà di adattamento: è resistente al freddo e crescerà nelle zone USDA da 5 a 8.
  • Esigenze del suolo: Anche questa felce non è esigente in fatto di terreno; purché sia ben drenato e umido, va bene un terreno argilloso, gessoso, argilloso, sabbioso, con un pH neutro, acido o alcalino.

16. Felce arborea australiana (Sphaeropteris cooperi )

Avete voglia di una felce di grandi dimensioni che abbia le caratteristiche delle foreste esotiche?

Felce arborea australiana, una felce a forma di pizzo che assomiglia alle felci simili a palme che si vedono in Jurassic Park È in grado di trasformare qualsiasi giardino in un paesaggio tropicale con la sua presenza.

Questa specie di palma ha un lungo tronco marrone con una copertura pelosa e sfocata, e su di esso le bellissime fronde arcuate e delicate nascono da una rosetta centrale, formando un parasole naturale di fogliame segmentato, ampio e di colore verde chiaro e lucido.

Questa pianta, ovviamente, deve avere un posto centrale e ben visibile ovunque vogliate coltivarla, sia in giardino che in un grande contenitore sul terrazzo.

Evitate però di toccarlo, perché vi farà venire il prurito.

  • Esposizione: Sole pieno, ma anche in ombra parziale, se si vuole coltivare vicino ad alberi più grandi.
  • Altezza: fino a 10 metri, anche se molti si fermano a 5 metri.
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA 11 e oltre.
  • Esigenze del suolo: ha bisogno di un terreno da acido a leggermente acido, che deve essere molto ricco e ben drenato. Può vivere in terreni argillosi o sabbiosi.

17. Felce dalla zampa di coniglio ( Davallia fejeensis )

Ho già detto che le felci hanno molte più forme di quanto si pensi? Ebbene, la felce zampa di coniglio è così chiamata perché ha dei rizomi sfocati che crescono dal terreno e assomigliano, ovviamente, a zampe di coniglio.

In cima a queste zampe coccolose, si trova un'esposizione di fronde spesse con fronde piatte e molto decorative, ognuna divisa in molti segmenti che formano una forma triangolare complessiva.

Queste piante sono epifite, quindi crescono bene in spazi molto piccoli, in vasi, cesti appesi, contenitori e tra le pietre del giardino roccioso.

Spingeranno in avanti i loro piedi pelosi, che si stenderanno sulle rocce, sulle pietre, sui mattoni, ecc.

  • Esposizione: Non deve essere esposta alla luce diretta del sole se la si coltiva in casa, mentre all'aperto cresce bene in ombra leggera o piena.
  • Altezza: Da 1 a 3 piedi (da 30 a 90 cm).
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 10 a 11.
  • Esigenze del suolo: ha bisogno di un terreno di coltura neutro e ben drenato. L'ideale è una parte di terriccio, una parte di sabbia e due parti di muschio di torba o un suo sostituto.

18. Felce arborea ( Cyathaea cooperi )

Sempre a proposito delle strane felci arboree che si vedono accanto ai dinosauri nei libri e nei film, la felce arborea piumata è una grande specie australiana che assomiglia a una palma, ancora più fantasiosa ed esotica della felce arborea australiana.

Il tronco, ancora sfuocato e marrone, si apre in rami che sembrano lunghe dita, o i raggi di un ombrello o, almeno così lo vedo io, uno strano candelabro rovesciato fatto di cocci. I rami più vecchi possono essere tagliati, formando come una scala a pioli nel tronco principale.

Le fronde, che non sono altro che la continuazione dei rami, si inarcano con maestosa eleganza, grandi e larghe, per poi dividersi in fronde più piccole con segmenti lunghi e larghi, regalando anche molta ombra.

È una felce arborea da collocare al centro del giardino, come punto focale di una prospettiva, al centro di un prestito, perché la sua bellezza ultraterrena ha bisogno di un ambiente che la esalti al massimo delle sue potenzialità. Naturalmente ha vinto il premio Award of Garden Merit della Royal Horticultural Society.

E come bonus finale... Questa pianta cresce molto velocemente, di fatto molti metri ogni anno.

Guarda anche: Acquaponica vs. Idroponica: qual è la differenza e quale è la migliore

Quindi, se avete bisogno di una felce simile a una palma che trasformi il vostro giardino in uno spettacolo esotico e veloce, sapete quale felce scegliere...

  • Esposizione: ombra parziale, ma nelle zone costiere può tollerare anche zone più soleggiate.
  • Altezza: Alta da 15 a 20 piedi, ovvero da 4,5 a 6 metri.
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 9 a 11.
  • Esigenze del suolo: può crescere in un terreno ricco e ben drenato, sia limoso che sabbioso, con un pH neutro o leggermente acido.

19. Felce mora meridionale ( Adiantum calillus-veneris )

Il nome latino della felce capelvenere meridionale significa "capelli di Venere", perché le sue fronde, con i lobi divisi in tre foglioline fronzute, di colore verde chiaro, appese ai fusti blu scuro sono uno spettacolo da vedere.

Si arcuano e fanno crescere i loro grappoli verdi tra le rocce, nei vasi e persino nelle bordure e nelle aiuole, ma, essendo di piccole dimensioni, si possono anche portare all'altezza degli occhi con cesti appesi, facendoli crescere su tronchi e tra i mattoni di un muro.

  • Esposizione: ombra parziale e ombra totale.
  • Altezza: Da 30 a 45 cm (12-18 pollici).
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 8 a 11.
  • Esigenze del suolo: ha bisogno di un terreno umido e ben drenato, con un pH neutro o alcalino; cresce in terreni argillosi, gessosi, argillosi o sabbiosi.

20. Felce dura ( Blecchum spicant )

Questa felce ha una forma unica di fronde, con molti segmenti oblunghi che crescono perfettamente perpendicolari al fusto. L'intera fronda sembra a forma di lingua nel suo insieme, e sembra che sia stata tagliata in strisce da un sarto esperto...

Si sviluppano da una rosetta centrale che parte eretta e poi si inarca leggermente verso l'alto, formando una sfera di fogliame verde ricco e lucente.

Si tratta di una pianta resistente al freddo che starà benissimo in contenitori, aiuole, bordure, insieme a rose e arbusti, e anche questa felce ha vinto l'Award of Garden Merit della Royal Horticultural Society.

  • Esposizione: ombra parziale e ombra totale.
  • Altezza: Da 1 a 2 piedi (da 30 a 60 cm).
  • Difficoltà di adattamento: è resistente nelle zone USDA da 5 a 9.
  • Esigenze del suolo: Questa felce può crescere anche in terreni poco drenati, anche se, ovviamente, è sempre meglio se ben drenati. Ama il terriccio o l'argilla e il pH può essere neutro o acido.

Il mondo delle felci

Non so perché, ma le piante del sottobosco mi hanno sempre affascinato; è come se contenessero il segreto del mondo degli gnomi, delle fate e dei troll...

Ma quando si parla di felci, si possono percorrere due strade... Da un lato, c'è il sentiero verde che porta a foreste temperate ricche di fronde verdi che nascondono funghi e costeggiano piccoli rivoli e ruscelli.

Dall'altro, c'è l'aspetto esotico che associamo alle foreste e agli animali preistorici, agli esploratori e alle civiltà scomparse da tempo...

Una cosa è certa: se prima di leggere questo articolo pensavate che le felci fossero noiose, ora sapete che esistono felci di tutte le dimensioni, da pochi centimetri a specie alte come alberi; ci sono aziende di diversi colori, con diverse forme di fronde e persino alcune con "piedi" pelosi come quelli dei conigli.

Guarda anche: Cosa ci fanno queste formiche sulle mie peonie e come togliere le formiche dai fiori recisi?

Spero quindi di avervi convinto che non c'è nulla di noioso nelle felci e magari di avervi spinto a portare il mondo delle aziende nel vostro giardino, nel vostro patio o, se non avete nessuno dei due, nella vostra libreria.

Timothy Walker

Jeremy Cruz è un appassionato giardiniere, orticoltore e appassionato di natura che proviene dalla pittoresca campagna. Con un occhio attento ai dettagli e una profonda passione per le piante, Jeremy ha intrapreso un viaggio per tutta la vita per esplorare il mondo del giardinaggio e condividere le sue conoscenze con gli altri attraverso il suo blog, Gardening Guide And Horticulture Advice By Experts.Il fascino di Jeremy per il giardinaggio è iniziato durante la sua infanzia, quando ha trascorso innumerevoli ore insieme ai suoi genitori a prendersi cura dell'orto di famiglia. Questa educazione non solo ha favorito l'amore per la vita vegetale, ma ha anche instillato una forte etica del lavoro e un impegno per pratiche di giardinaggio organico e sostenibile.Dopo aver conseguito una laurea in orticoltura presso una rinomata università, Jeremy ha affinato le sue capacità lavorando in vari prestigiosi giardini botanici e vivai. La sua esperienza pratica, unita alla sua insaziabile curiosità, gli ha permesso di immergersi in profondità nelle complessità di diverse specie di piante, progettazione di giardini e tecniche di coltivazione.Spinto dal desiderio di educare e ispirare altri appassionati di giardinaggio, Jeremy ha deciso di condividere la sua esperienza sul suo blog. Copre meticolosamente una vasta gamma di argomenti, tra cui la selezione delle piante, la preparazione del terreno, il controllo dei parassiti e consigli per il giardinaggio stagionale. Il suo stile di scrittura è coinvolgente e accessibile, rendendo concetti complessi facilmente digeribili sia per i principianti che per i giardinieri esperti.Oltre il suoblog, Jeremy partecipa attivamente a progetti di giardinaggio di comunità e conduce seminari per fornire alle persone le conoscenze e le competenze necessarie per creare i propri giardini. Crede fermamente che entrare in contatto con la natura attraverso il giardinaggio non sia solo terapeutico ma anche essenziale per il benessere delle persone e dell'ambiente.Con il suo entusiasmo contagioso e la sua profonda competenza, Jeremy Cruz è diventato un'autorità fidata nella comunità del giardinaggio. Che si tratti di risolvere i problemi di una pianta malata o di offrire ispirazione per il design perfetto del giardino, il blog di Jeremy funge da risorsa di riferimento per i consigli orticoli di un vero esperto di giardinaggio.